Addolcitori


 

 

PERCHÈ INSTALLARE UN ADDOLCITORE

 

L’acqua fornita dal sistema municipale, anche se rispetta pienamente i parametri di potabilità imposti per legge, può risultare sgradevole al gusto o all’olfatto a causa di sedimenti naturali o per via del cloro utilizzato per la disinfezione. Questi problemi legati alle proprietà organolettiche dell’acqua possono in molti casi costringerci a sostituire l’acqua del rubinetto con l’acqua in bottiglia.

L'addolcimento dell'acqua è un processo importante, perché con esso si riduce la durezza dell'acqua negli impianti domestici e nelle aziende. L'acqua dura può bloccare i tubi ed impedire la dissoluzione del sapone e l'addolcimento può impedire questi effetti negativi. L'acqua dura causa inoltre un elevato rischio di formazione di depositi negli impianti di acqua domestici. Per la formazione di queste ostruzioni, le tubazioni si intasano e l'efficienza delle caldaie e dei serbatoi si riduce. Ciò aumenta il costo del riscaldamento domestico dell'acqua di circa il 15- 20%.

Un altro effetto negativo di questi depositi è che danneggiano i macchinari domestici, come quelli delle lavanderie. Addolcire l'acqua significa aumentare la durata di tali macchinari domestici e la durata delle condutture. Inoltre contribuisce ad un funzionamento migliore ed una durata maggiore degli impianti di riscaldamento, delle unità di aria condizionata e di molte altre applicazioni a base d'acqua.

Gli addolcitori per acqua sono scambiatori di specifici ioni, destinati alla rimozione di ioni caricati positivamente: essi rimuovono principalmente gli ioni calcio (Ca2+) e magnesio (Mg2+), spesso indicati come minerali di durezza. Gli addolcitori a volte vengono anche applicati per rimuovere il ferro: i loro dispositivi possono rimuovere fino a cinque milligrammi per il litro (5 mg/l) di ferro dissolto. Essi possono funzionare automaticamente, semiautomaticamente, o manualmente. Ogni tipo è dimensionato in base alla quantità di durezza da rimuovere prima che sia necessaria la rigenerazione.

Un addolcitore per acqua raccoglie i minerali che determinano la durezza all'interno del relativo serbatoio di condizionamento e di tanto in tanto li fa fuoriuscire allo scarico; questa fase è definita rigenerazione. Scambiatori ionici sono spesso usati per l'addolcimento dell'acqua: quando uno scambiatore ionico è applicato a tale scopo, va a sostituire gli ioni magnesio e calcio contenuti nell'acqua con altri ioni, per esempio sodio o potassio. Gli ioni necessari allo scambiatore per la rigenerazione sono aggiunti nell' apposito tino sotto forma di sali di potassio e di sodio (NaCl e KCl).

Un buon addolcitore dura molti anni. Alcuni addolcitori che sono stati realizzati negli anni 90 sono ancora perfettamente funzionanti grazie ad una manutenzione programmata ogni anno. 

Disponiamo di diversi modelli di addolcitori, tutti dalle piccole dimensioni ma che nascondono grandi prestazioni. Dotati di serie di speciali resine in grado di produrre un 40% in più rispetto a quelle tradizionali, per garantire una massima resa in piccoli spazi.

Contattaci per informazioni ti forniremo quadro completo dei nostri modelli in base alle necessita'.

 

Chiedi informazioni

 

Disclaimer

Il materiale reperito in rete è stato in buona fede ritenuto di pubblico dominio. Alcuni testi citati o immagini inserite in questo sito web sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore vogliate comunicarlo via e-mail per provvedere alla conseguente rimozione o modificazione:.
webmaster: nc web solutions
Il resto del materiale è di proprietà di Sevenacqua srls ed è coperto da copyright. 
Oggi13
Ieri36
Settimana245
Mese741
Totale40321
Domenica, 20 Gennaio 2019 08:54

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Al fine di migliorare la vostra navigazione sevenacqua.it utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.

  Accetto i cookies da questo sito.
Direttive europee sui Cookie